Blocco della circolazione Euro 3: le deroghe

Potrebbero interessarti anche...

10 Risposte

  1. Alberto LupoAlberto Lupo ha detto:

    Sinceramente stanno rompendo unpo i coglioni

  2. Stefano AdamiStefano Adami ha detto:

    Si ma cazzo, come si fa a dire che se la scatola nera dimostra che uno col diesel Euro 3 fa solo 1000 Km l’anno può circolare e uno che ne fa 10.000 no.

    Chi cazzo li fa solo 1000 km in un anno?

    Oltre che rompere i coglioni ci prendono pure per il culo?…

  3. Guido CostaGuido Costa ha detto:

    Io 1.000 km li faccio in 10 giorni…

  4. Massimo PolliMassimo Polli ha detto:

    Sempre quella,il ricco fa quel che vuole e il povero sta a casa!!!Ammazzate,invece di stressate e prendere x il culo.

  5. Giovanni ViGiovanni Vi ha detto:

    Visto che non sono di milano e posso farne volentieri a meno di venirci, ho risolto così. !! Come tutte le altre città che decideranno di bloccare il traffico non vado neanche a spenderci un euro x un caffe…

    • Giovanni ViGiovanni Vi ha detto:

      Grazie per la sua risposta al mio commento, il punto è ,che io posseggo un auto (euro 5 )che sicuramente inquina più di un 127 diesel di un tempo, ma il vero problema e la gente come lei!

  6. Gino QuintapienaGino Quintapiena ha detto:

    E si,con la “scatola nera” posta all’uscita dello scarico in effetti si inquina un po meno,almeno finché non è piena di particolato.

  7. Paolo ha detto:

    Esistono oggi nuove tecnologie che consentono di trasformare le auto diesel in gasolio + GPL o, credo, gasolio + metano. Questo comporterebbe un notevole abbassamento del livello inquinante ed un risparmio di carburante tale da riuscire ad ammortizzare il costo dell’impianto in circa 30.000 km. e così si accontenterebbero i patiti del diesel con grandi percorrenze. Tuttavia c’è confusione: ogni Comune fa a modo suo: c’è chi consente alle auto così trasformate di entrare nei centri urbani, chi non lo consente, chi tace. Insomma, se chi ci governa non si dà una mossa con disposizioni chiare, precise ma soprattutto che valgano per l’intero territorio nazionale, non solo prevarrà il caos più assoluto ma si darebbe un grande scossone negativo all’intera industria automobilistica che già oggi non riesce più a smaltire i diesel in giacenza.
    Per quelli che usano poco l’auto purtroppo le alternative sono scarse: conviene forse puntare su un usato datato, possibilmente a GPL, che si può acquistare a poco prezzo. Per quanto riguarda l’elettrico……..non dimentichiamoci che acquistiamo elettricità dai nostri confinanti francesi ma che questa proviene in buona parte da centrali nucleari, tra l’altro situare a pochi Km da noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.