Scadenza 2019: non tutti i veicoli Euro 0 saranno da rottamare

MotorAge.it Redazione

Redazione del Magazine MotorAge New Generation. Tutto su auto, moto e motori.

Potrebbero interessarti anche...

16 Risposte

  1. Benito Calderazzo ha detto:

    Io abito in CALABRIA, in prov. di Catanzaro: Ho una jeep a gasolio – perfettamente funzionante – é stata immatricolata nel Novembre 1990, appartiene alla categoria Euro 0, vorrei sapere se dal prossimo Gennaio 2019 può ancora circolare, visto che non sono chiare le informazioni raccolte in base alle regioni..potete gentilmente rispondermi? Grazie e Saluti.

    • Anna ha detto:

      Il decreto pubblicato sulla gazzetta Ufficiale Art.1 comma 232 dice testualmente: “A decorrere dal 1º gennaio 2019, su tutto il territorio nazionale e’ vietata la circolazione di veicoli a motore categorie M2 ed M3 alimentati a benzina o gasolio con caratteristiche antinquinamento Euro 0. Con uno o piu’ decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti sono disciplinati i casi di esclusione dal predetto divieto per particolari caratteristiche di veicoli di carattere storico o destinati a usi particolari”. Quindi il decreto attuale si riferisce solo ai mezzi pubblici e ai van o furgoncini e veicoli multi-posti, come ad esempio i piccoli pullman per il trasporto turistico. Al momento sulla Gazzetta Ufficiale non ci sono riferimenti espliciti alle vetture diesel euro 0 private. Il decreto è nazionale quindi valido su tutto il territorio italiano. A questo seguono disposizioni regionali (come in Lombardia e nel Lazio) che vietano la circolazione di tutte le vetture diesel e delle benzina euro 0, 1, 2, nel centro citta. Nonostante in Calabria il 16,27% dei veicoli circolanti siano euro 0, non ci risultano disposizioni regionali in merito. Per il momento vada tranquillo. La redazione

  2. benito calderazzo ha detto:

    RINGRAZIO PER LA VOSTRA INFORMATIVA CHE MI TIRA SU IL MORALE: A PARTE L’IMPOSSIBILITA’ DEL MOMENTO PER ACQUISTARE UNA NUOVA AUTO, IO SONO AFFEZIONATO ED ABITUATO ALLA MIA GUIDA DELLA MIA JEEP; FACCIO POCHI KM ESSENDO UN PENSIONATO, MA NON DI MENO NON TRASCURO DI FARLA CONTROLLARE, SIA DAL MECCANICO CHE DALL’ELETTRAUTO, PERCIO’ VI RINGRAZIO ANCORA, E SE CI FOSSERO IN SEGUITO DELLE NOVITA’ TENETEMI AL CORRENTE, DISTINTI SALUTI, DEV.MO BENITO CALDERAZZO.

  3. Benito Calderazzo ha detto:

    Tenetemi al corente in caso di correzioni agli attuali regolamenti, o nuove normative sulla circolazione di veicoli immatricolati nel 1990 (classe 0), grazie e Saluti.

  4. Vincenzo ha detto:

    Io ho una Opel Vectra del 1989 e un Euro 0 posso circolare nel mio paese Breda Cisoni in comune di Sabbioneta

    • Anna ha detto:

      Purtroppo con le misure varate la settimana scorsa dalla Regione Lombardia, non potrai circolare fuori da Sabbioneta, che fortunatamente non rientra nel piano antinquinamento perchè non raggiunge i 30.000 abitanti. I blocchi sono validi dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 19.30. Invece puoi circolare tutti i giorni sulle autostrade, nelle strade di interesse regionale R1, nei tratti di collegamento tra le autostrade e le strade R1 e gli svincoli delle stesse e i tratti di collegamento ai parcheggi posti in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici o delle stazioni ferroviarie.

  5. Roberto ha detto:

    Salve io possiedo come tanti una Lancia Delta 1600 hf del 1991 e provvista di impianto Gpl ultima generazione e un ero 0 e come me ci sono migliaia di appassionati di queste auto che spaziano da un valore di 7000/15000 euro cosi sono valutate senza contare anche le varie versioni di delta vorrei sapere se nel 2019 questa autovettura la possiamo buttare visto che e seguita in modo maniacale e rispetta i parametri di un auto gpl omologato e certificato da Landi che e il migliore come installatore dei sistemi gpl attualmente la si può utilizzare da quello che ho letto dalle 19.30 in poi e al sabato e alla domenica inoltre sono un appassionato che fa raduni lancia ecc ecc nel rimgraziarvi di un vostro gentile riscontro porgo i miei saluti Marino Roberto.

    • Anna ha detto:

      Buongiorno Roberto, secondo le ultime disposizioni delle regioni Lombardia, Piemonte, Emilia Romangna, Veneto sono esclusi dal fermo della circolazione tutti i veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, alimentato a gas naturale o gpl, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione (solo per i veicoli a doppia alimentazione benzina-gas). Sono attese disposizioni per quanto riguarda le altre regioni italiane ma pensiamo che la Regione Lazio in primis e le altre successivamente si allineranno con qualche deroga in più. Quindi, lei può circolare tranquillamente ovunque, in qualsiasi giorno della settimana. Cordiali saluti

      • Mario ha detto:

        Salve a tutti! Mi tocca purtroppo rettificare quanto scritto, perché in Piemonte è ben diversa la storia. Da come pubblicato qui http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/ufstampa/comunicati/dettaglio_agenzia.cgi?id=20193, si evince testualmente quanto segue: “…divieto di circolazione per tutta la giornata (0.00-24:00) per TUTTI i veicoli EURO 0 di QUALSIASI MOTORIZZAZIONE adibiti al trasporto di persone con al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1) …”. Ho anche scaricato il pdf del comune di Torino dove si specifica che ANCHE I GPL/METANO euro 0 vengono di fatto BANDITI. Per chi ha un’auto eleggibile a status storico può federarsi ASI: in questo modo il veicolo verrà inserito nel registro storico nazionale e potrà circolare il sabato, la domenica e tutti i giorni festivi, ma nulla più! C’è inoltre da dire che la regione Piemonte è stata la più restrittiva tra tutte le regioni (nelle altre gli euro 0 non sono stati banditi), che ha agito al – contrario – di quanto espresso dalla disposizione nazionale (ha infatti bloccato gli M1 ma ha lasciato liberi di “grufolare” i suoi inquinanti M2 ed M3 che sono stati esonerati dal bando!) ed infine ha bandito circa 28000 veicoli piemontesi euro 0 su un totale di 3 milioni ed 800 mila veicoli circolanti in Piemonte! Cioè lo 0,5% del parco auto piemontese totale! Il nonnulla! Quel nulla che non aveva modo di inquinare un granché già in precedenza perché era già stato bloccato TUTTO L’ANNO dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19!
        Chiaramente, perlomeno io, non sto discutendo il blocco degli euro 0 che sono più inquinanti degli altri veicoli, ma, dati alla mano come sopra esposto, il – bando – è chiaramente inutile ai fini della riduzione dell’inquinamento dell’aria e francamente inaccettabile! Grazie per l’attenzione, saluti, Mario R..

  6. antonio ha detto:

    scusate per l’autobus per uso scuola guida euro 0 possano acora circolare ,OPPURE DOBBIAMO ROTTAMARLI?

    • Anna ha detto:

      Buongiorno Antonio, purtroppo come leggi nell’articolo, dal 1 gennaio 2018 non possono più circolare tutti i veicoli classificati M2 e M3 destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 tonnellate. Temo non ci siano alternative alla rottamazione.

  7. Teo ha detto:

    Qualcuno mi può aiutare?? Dovrei comprare un motociclo 50cc. del 1998 penso che sia Euro 0 vorrei capire se posso circolare senza problemi …..???? Grazie

  8. GIUSEPPE PESCARI ha detto:

    SALVE, FACCIO PARTE COME SOCIO DI UNA COOPERATIVA DI MUSICISTI E DUNQUE FACCIO PARTE COME SCIO DI TALE COOPERATIVA DI UN’ORCHESTRA SPETTACOLO, PER IL TRASPOSTO CI AVVALIAMO DI UN AUTOBUS AD USO PRIVATO CAT EURO 0 IMMATRICOLATO 1991 ADIBITO ESCLUSIVAMENTE A TRASPORTO DI MUSICISTI E STRUMENTI MUSICALI FACENTI PARTE DI QUESTA COPERATIVA, POSSO SAPERE SE PUO’ RIENTRARE NEI MEZZI SPECIALI DI CUI PARLA LA LEGGE? GRAZIE.

    • Motorage.it ha detto:

      Ciao, se l’autobus di cui parli è un veicolo destinato al trasporto persone avente più di 8 posti a sedere oltre a quello del conducente e una massa non superiore alle 5 tonnellate purtroppo si. Questo genere di veicoli rientra proprio nella categorie M2 e M3 bloccati definitivamente dalle nuove regole regionali per la lotta all’inquinamento oltre che dal’ art. 47 del nuovo codice della strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.